In memoria dei medici caduti durante l'epidemia di Covid-19
22-12-2021
Esteso l'obbligo vaccinale anti-Covid per i professionisti sanitari
Il Decreto legge 24 marzo 2022, n. 24, ha modificato il precedente Decreto Legge 01/04/2021 n. 44 estendendo l'obbligo vaccinale anti-Covid per gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario.

Questi i punti principali previsti dal nuovo Decreto Legge:.

• i professionisti sanitari sono obbligati a sottoporsi alla vaccinazione anti-Covid comprensiva, dal 15 dicembre 2021, della dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario;
• la regolarità vaccinale costituisce requisito essenziale per l'esercizio della professione sanitaria;
• solo in caso di accertato pericolo per la salute, attestato dal medico di medicina generale, la vaccinazione può essere omessa o differita;
• gli Ordini professionali, tramite le rispettive Federazioni Nazionali, verificano lo stato vaccinale dei propri iscritti sulla Piattaforma nazionale DGC e, qualora non risulti l'effettuazione della vaccinazione, anche con riferimento alla dose di richiamo successiva al ciclo primario, invitano gli interessati a produrre entro 5 giorni la documentazione comprovante l'effettuazione della vaccinazione o l'attestazione del medico di medicina generale relativa all'omissione o al differimento della stessa ovvero la presentazione della prenotazione per la vaccinazione da eseguirsi entro 20 giorni;
• in caso di inosservanza, gli Ordini professionali adottano un atto di accertamento che determina l'immediata sospensione dall'esercizio professionale con annotazione nell'Albo;
• la sospensione perdura fino al completamento del ciclo vaccinale primario e, per i professionisti che hanno completato il ciclo primario, fino alla somministrazione della dose di richiamo e comunque non oltre il 31 Dicembre 2022;
• per i neo-laureati, l'adempimento dell'obbligo vaccinale è requisito ai fini dell'iscrizione all'Albo.